26.mo Raduno Cani Simpatia-Resoconto

settembre 19, 2016 in Appuntamenti 2016, Home Page

In ritardo sulla nostra solita tabella di marcia si è concluso il 26.mo raduno cani Simpatia, organizzato da Diamoci La Zampa e Gaia Animali ed Ambiente .

Il vincitore assoluto, il cane che rappresenta questa giornata, il nostro Best In Show di questo 26.mo raduno è stata Lucy, una cagnolona cieca e sorda. Cosa che non le impedisce tuttavia di essere un cane perfettamente normale nel dare e ricevere amore dalla famiglia Contatto, di cui è fedele compagna di vita da 14 anni .

Tante le storie commoventi, allegre o divertenti che ci avete raccontato, storie di cani abbandonati a se stessi, condannati a morte certa nelle campagne del sud Italia, là dove ancora non esiste una seria ed organizzata battaglia al randagismo per la mancanza delle istituzioni. Infatti la salvezza di tanti cani passa per le mani, spesso, troppo spesso povere e carenti di mezzi, di un piccolo manipolo di volontari che tuttavia credono nella possibilità di dare una nuova speranza di vita a chi speranza non ne ha mai avuta .

E’ il caso di Isotta (10 mesi di vita), che arriva dall’associazione catanese  “i cuccioli dell’etna”. Di Simba, trovato vagante in Puglia, scacciato da un pastore, timoroso degli uomini, che sta cercando il riscatto dalle sue paure grazie alla sua nuova famiglia.

Alice,Wisky,Dasty,Willy arrivano da varie parti del sud hanno appena pochi mesi ed hanno raggiunto il nord con la speranza di trovare una famiglia che li ami per sempre.

Fox ,figlio di una randagia dell’Aquila, nato durante il terremoto in Abruzzo.

Rocky, abbandonato nelle strade della Sicilia e ora milanese al 100%..

Bosco ha vissuto cinque anni in canile: prima in Calabria e poi a Roma. Ora ha trovato la sua famiglia a Peschiera Borromeo .

Bella, scacciata da un pastore che non voleva cuccioli, arriva dalla Calabria.

Pongo, scuignizzo sopravissuto alle strade di Napoli.

Batman, altro randagiotto della Puglia …e tanti altri ancora, ognuno con la sua storia di paura ed abbandono.

Il randagismo si combatte su più fronti, in primis sterilizzando, sterilizzando, adottando i cani senza casa, ma soprattutto essendo in regola con il microchip. Ecco perchè oggi al nostro raduno era presente anche la postazione dei super veterinari della AST Città Metropolitana di Milano, capitanati dal Dott. Claudio Rossi e dalla Dott.ssa Sonia Magistrelli, responsabili del servizio veterinario, che ci hano ricordato quanto sia importante non solo microchippare il proprio beniamino ma anche tenere aggiornati i dati affinché in caso di fuga o smarrimento sia possibile ricongiungerlo alla propria famiglia.

Tra i vincitori, anche Bruce e Luna, due nostri ex protetti; abbandonati in rifugio ora vivono nei quartieri alti e sono inseparabili .

Storie di strani amori sono anche quelle di J.T e Gustavo, un raro caso di migranti al contrario. Infatti arrivano entrambi dall’America. JT per sfuggire ad una famiglia che lo maltrattava e Gustavo in lista di soppressione in un canile di Hollywood. Entrambi hanno trovato l’America in famiglie milanesi.

Nel primo giorno di attività venatoria abbiamo conosciuto due storie di cani che nella loro vita hanno incrociato dei cacciatori: Pepe, trovato con i suoi fratellini da un cacciatore che li ha salvati. Mentre Napoleon è stato invece abbandonato da un cacciatore. Per portarlo sul traghetto la sua padrona lo ha nascosto sotto la gonna.

And more e more …tante altre sono le storie che vedono coinvolti i nostri amici a quattro zampe e non bastano le poche righe a nostra disposizione. Ma tutte proprio tutte entrano per sempre nei nostri cuori e di questo Vi ringraziamo, per dare a loro una nuova vita ed al mondo la speranza che altre persone prendano esempio da Voi.

Durante la manifestazione tantissimi regali sono stati distribuiti da Husse (www.husse.it) azienda leader nell’alimentazione canina e felina di qualità, che ha omaggiato i partecipanti con crocchette, biscottini, snack e prodotti per l’igiene e dato consigli su una corretta alimentazione.

Grazie anche Fabio Ferrari di Mylandog  presente con il banchetto “lascia l’impronta” e tra i giurati.

Grazie inoltre al team della scuola CR.e.a che ha reso l’attesa meno noiosa ai quattrozampe e ai loro accompagnatori bipedi, con giochi di Mobility e consigli per un corretto rapporto cane-umano.

Grazie a tutti i nostri meravigliosi ed instancabili volontari che dietro o davanti le quinte prestano la loro ineguagliabile opera .

Diamoci La Zampa Onlus e Gaia Animali & Ambiente Onlus

001012018039040046048050051060097057090074

 

 

Share Button
Print Friendly